nichel

Il nichel è un metallo presente in natura in misura abbastanza marcata, infatti, si trova sia nell’acqua, sia nell’aria, sia nel terreno, sia in alcuni cibi.

La maggior parte degli alimenti contengono nichel,in una dieta normale vi è un consumo di nichel pari a 300-600 µg al giorno. L’allergia al nichel si può sviluppare a qualunque età, il suo sviluppo risulta più probabile in soggetti che sono stati maggiormente a contatto con il metallo.

Quando una persona soffre di allergia al nichel deve necessariamente evitare alcuni tipi di alimenti che risultano avere un’alta concentrazione di nichel, vediamone alcuni

Le quantità descritte si riferiscono ad alimenti con un contenuto di mg/kg di nichel:

  • cereali (0.17)
    carne (0.04)
    pollame (0.04)
    pesce (0.08)
    uova (0.03)
    verdure (0.11)
    altri vegetali (0.09)
    patate (0.10)
    latte (<0.02)
    prodotti caseari (0.02)
    noci (2.5)
    frutta fresca (0.03)

Inoltre anche alimenti quali: cioccolato, the verde in bustine, farina di grano, aglio, latte, uova, sale e cipolla gallese risultano contenere, secondo uno studio coreano, una dose elevata di nichel.

È, inoltre, fondamentale per chi soffre di allergia al nichel di evitare io contatto diretto con il metallo o comunque con derivati comuni di esso, quali: bracciali, collane, cinture, orecchini, occhiali e tutti quegli elementi che contengono una percentuale di nichel al proprio interno.