Pillole dimagranti

Il panorama internazionale delle pillole dimagranti è piuttosto ricco, e non vi è Paese che non abbia la sua pastiglia miracolosa per permettere un rapido dimagrimento a chi la assume. Qualche esempio?

Negli Stati Uniti da qualche anno si promettono risultati eccezionali con la c.d. “slim bool“: si tratta di una pillola per il dimagrimento che realizza una sorta di bendaggio gastrico all’interno del nostro corpo. Insomma, in fin dei conti la pastiglia in questione riesce a realizzare qualcosa che fino a poco tempo fa era ottenibile solamente attraverso un intervento chirurgico: in questo caso, nessun disagio, costi più ridotti e rischi meno elevati. Il funzionamento è semplice, anche se qualcuno potrebbe provare un pò di fastidio: si ingoia una pastiglia che al suo interno ha una sorta di “palloncino intragastrico” che si “attiva” nel momento in cui si beve dell’acqua. Il palloncino si gonfia e diventa delle dimensioni di una palla da tennis: in questo modo si raggiungerà molto prima il senso di sazietà. Per quanto ovvio, anche il palloncino si disgregherà, venendo poi eliminato via intestino.

Che si tratti di pillole per dimagrire velocemente attraverso la generazione di un apparente senso di sazietà, o che si tratta di pillole bruciagrassi, una cautela sembra comunque poter regnare sovrana: ogni intervento al proprio corpo dovrà essere effettuato dopo un’attenta condivisione con il proprio medico di fiducia, il quale non potrà che confortare il suo paziente sul percorso migliore per la singola fattispecie, evitando che cure fai-da-te o – ancora peggio – assunzioni di integratori e di farmaci reperiti illegalmente o per vie ufficiose, possano produrre più danni che benefici.

Cercate inoltre di accompagnare le cure ad una sana ed equilibrata conduzione della vita, ponendo al largo gli eccessi, e favorendo un pò di compatibile movimento fisico.